Nuvole di drago cinesi

xylqF Nuvole di drago cinesi
Se siete andati al ristorante cinese almeno una volta, sicuramente avrete provato le famosissime nuvole di drago o nuvole di gambero, delle deliziose chips croccanti al sapore di gambero, solitamente accompagnate dalla Salsa Agrodolce Cinese.
Io le adoro così tanto che ho voluto scoprire la ricetta.
Ed eccovela qui, golosa e stuzzicante proprio come quella del ristorante cinese!
Provatela, vi sembrerà di gustare le vere nuvole di drago!!!
Ingredienti:
  • 100 g di surimi
  • 100 g di gamberetti sgusciati
  • 250 g di frumina
  • 150 g di fecola di patate
  • 30 g di cipolla
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • pepe bianco
  • olio di arachidi

Preparazione:
tritate nel mixer il surimi e i gamberetti sgusciati fino a ridurlo in un impasto omogeneo. Unitevi la frumina, la fecola, la cipolla, il sale, il pepe e continuate a tritare. Se serve, aggiungete 2 cucchiai d’acqua.
Mettete l’impasto su di una spianatoia e lavoratelo per 10 minuti, fino a quando non sarà più così duro (se è duro in cottura si formeranno delle crepe).
Date all’impasto la forma di un salsicciotto e cuocetelo per 45 minuti al vapore, fino a farlo gelificare.
Fatelo poi raffreddare in frigo per una notte per indurirlo.
Il giorno seguente ricavatene delle fette sottilissime di 1-2 mm e cuocetele, ponendole su carta da forno, in forno a 100°, per 1 ora.
Quando saranno pronte, fatele raffreddare e poi friggetele nell’olio d’arachidi, immergendole per massimo 2-3 secondi,  altrimenti diventeranno amare.

zE1bS Nuvole di drago cinesi
share small Nuvole di drago cinesi

Comments

  1. says

    stavo giusto cercando una ricetta per riprodurle e direi che la tua non sembra neanche difficile da replicare, le devo provare assolutamente =Q_____

  2. Giulia says

    ciao è possibile cuocere a vapore in microonde(con la funzione giusta per la cottura a vapore)? perchè la mia pentola a pressione non è abbastanza grande da metterci dentro qualcosa per sollevare il preparato dall’acqua.
    Grazie in anticipo

Commenta anche tu