PASTIERA NAPOLETANA ricetta originale

Share Button
PASTIERA NAPOLETANA ricetta originale
La pastiera napoletana è un antichissimo dolce partenopeo, tipico del periodo pasquale.
Il suo sapore inconfondibile, dato da due ingredienti particolari, l’acqua di fiori d’arancio
ed il grano cotto, lo rende uno dei dolci più famosi in Italia.

GUARDA LA VIDEORICETTA

INGREDIENTI:

frolla:
  • 250 g di farina 00
  • 120 g di strutto (o burro)
  • 100 g di zucchero
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale
  • buccia grattugiata di un limone
crema:
  • 300 g di grano cotto
  • 60 g di latte
  • 400 g di zucchero
  • 5 tuorli d’uovo
  • 500 g di ricotta
  • 50 g di burro
  • acqua di fiori d’arancio
  • 2 cucchiaini di cannella
  • essenza di vaniglia
  • 50 g di frutta candita
  • scorza di limone
  • 1 pizzico di sale
  • 3 albumi

finitura:

  • zucchero a velo

PREPARAZIONE

Fate macerare la ricotta con lo zucchero per almeno una notte; separatamente in una pentola cuocete il grano col latte, il burro, la cannella, la buccia di limone tagliata e un pizzico di sale e fate riposare anche quello tutta la notte. Il giorno dopo poi unite questi due composti alle uova intere e poi aggiungete cannella, canditi, acqua di fiori d’arancio e vaniglia.

Intanto preparate un pasta frolla poco lavorata unendo farina setacciata e strutto, aggiungendo uova, zucchero, sale e la buccia grattugiata di limone. Mescolate e lasciate riposare per mezz’ora.
Con poco più della metà di questa pasta tirata a 2-3 mm di spessore foderate uno stampo che sia non più di 4 cm di altezza, possibilmente svasato, di circa 25- 28 cm di diametro. Con la pasta frolla rimasta preparate delle liste larghe circa 12 mm e lunghe abbastanza da coprire il diametro (30 cm).

Riempite la pasta frolla con il ripieno, lasciando un bordo di 2 cm. Adagiatevi delicatamente le liste di pasta frolla formando un disegno a losanga. Portate il forno a 170°-180° e cuocete x circa 1 ora.

Toglietela dal forno quando l’impasto prende un colore ambrato; fate raffreddare e, se volete, prima di servire spolverate la superficie con lo zucchero a velo. Aspettate dai tre ai cinque giorni prima di tagliarla! Vedrete che così sarà bella umida e squisita.

PASTIERA NAPOLETANA ricetta originale
PASTIERA NAPOLETANA ricetta originale
PASTIERA NAPOLETANA ricetta originale
PASTIERA NAPOLETANA ricetta originale

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Share Button

Comments

  1. Dora says

    Una sola parola: SQUISITA!
    È stata la mia prima pastiera ed è stato un successione! Grazie mille per aver pubblicato questa ricetta!

  2. says

    Un grande classico pasquale. Ma cosa sarebbe la Pasqua senza pastiera ?!?! Ti auguro di trascorrere delle giornate serene. Un saluto, Sabrina

  3. says

    L’ho fatta solo una volta nella mia vita seguita via forum passo passo e con un procedimento splamato su due giorni. Quanto mi piace!! E mi è piaciuta proprio tanto farla, mi sono divertita ed è stata una gran bella soddisfazione vederla finita!
    Da quella volta lì però non l’ho più rifatta semplicemente perchè, poco prima di pasqua un collega di mio marito ce la porta direttamente da napoli. Beh: commovente! Da lacrimuccia a ogni assaggio perchè è veramente paradisiaca, anche se ti confesso che mi piacerebbe riprovare a farla.
    Se solo uscissi fuori dallo schema mentale che si può fare solo a pasqua….
    Bravissima, baci!

  4. says

    La conosco bene, quando ancora abitavo a Napoli, la preparavo tutti gli anni. Adesso è un bel po’ che non la faccio, ma quest’anno, se riesco a ritagliarmi un po’ di tempo la preparo, intanto mangio una fetta della tua. Che delizia!
    Un bacio

  5. says

    Ti è venuta davvero molto bene!!
    In genere anche io la faccio con il grano ma quest’anno mi piacerebbe farla con il riso, solo che non so se il procedimento è lo stesso.
    Un saluto Carmen

  6. says

    Uno dei miei dolci preferiti!!!!!!!! Adoro Pasqua solo per mangiare questa delizia che richiede tempo e passione e quando finalmente è pronta….che gusto
    Complimenti!!!!!!!!!!!!

  7. says

    E’ una torta così famosa che oramai ha valicato i confini campani per diffondersi a tutta l’Italia.
    Io non l’ho mai assaggiata però, quindi potrebbe essere una buona occasione passare ad assaggiare la tua! 🙂
    Buona notte!

  8. says

    anni’ <3 sorpresa!
    sono un po’ latitante 😀
    ma le tue ricette di casa le leggo sempre con attenzione e sta’ pastiera fa tanto domenica di pasqua in famiglia <3
    a presto teso’

Commenta anche tu