Crostata ripiena di confettura di albicocche e scaglie di mandorle pralinate al limone

Share Button
Crostata ripiena di confettura di albicocche e scaglie di mandorle pralinate al limone
Quando inizia la primavera, qui in Emilia Romagna, tutto attorno a me volge a nuova vita.
Ed io con esso.
Per una donna sporca di terra rossa salentina come me, rivedere il sole dopo mesi di freddo, desueto perfino in questa terra di Romagna, scalda davvero il cuore!
Mi è venuta una gran voglia d’estate e di frutta buona che solo questa stagione sa donare, così ho tirato fuori dalla mia dispensa un vasetto di confettura di albicocche desideroso di una degna “morte sua”.
Che profumo!
Ho deciso: dovevo farne una crostata, ma non la solita crostata. Volevo dare un tocco croccante e goloso, tutto mio!
Il risultato è stato decisamente al di sopra delle mie aspettative!
Provate per credere!

Crostata ripiena di confettura di albicocche e scaglie di mandorle pralinate al limone
 
Ingredienti:
(rigorosamente di Luca Montersino)
  • 400 g di zucchero a velo
  • 160 g di tuorlo d’uovo
  • 600 g di burro
  • 1 Kg di farina 00
  • 1 bacca di vaniglia
  • buccia di 1/2 limone
  • 2 g di sale
  • confettura di albicocche
per le scaglie di mandorle pralinate al limone
  • 100 g di scaglie di mandorle tostate
  • 100 g di zucchero semolato
  • 30 ml d’acqua
  • 1 cucchiaino di succo di limone
Preparazione:
Preparate le scaglie di mandorle pralinate al limone: versate in una padella antiaderente le scaglie di mandorle tostate, lo zucchero semolato, l’acqua ed il limone. Fate evaporare l’acqua a fiamma vivace mescolando bene, dopodichè abbassate la fiamma e fate cuocere ancora fino a far dorare lo zucchero e far staccare le scaglie. Fatele raffreddare e mettetele da parte.
Ora preparate la frolla: per il procedimento e la videoricetta CLICCATE QUI! (gli ingredienti permettono di avere una grossa dose, che potete poi conservare in freezer ed utilizzare quando volete, non perdendo mai la qualità).
Trascorso il riposo, prendete metà impasto (che si spezzerà facilmente) e snervatelo (per poterlo poi stendere), lavorandolo molto velocemente con le mani (pochissimo, altrimenti si scalderà).
Dividetelo in due parti che stenderete ognuna con un mattarello, ponendola tra due dischi di carta forno, per facilitare il lavoro. 
Imburrate la tortiera e adagiate il primo disco delicatamente, facendo attenzione a non romperlo, versate all’interno uno strato di confettura di albicocche Zuegg; adagiate sopra le scaglie di mandorle pralinate al limone e copritele con un altro pò di confettura.
Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 30 minuti.
Sfornate, fate raffreddare a temperatura ambiente e servite in tavola.
 Crostata ripiena di confettura di albicocche e scaglie di mandorle pralinate al limone
Crostata ripiena di confettura di albicocche e scaglie di mandorle pralinate al limone

Salva

Share Button

Comments

  1. says

    L’aspetto di questa crostata è invitante! le striscioline sopra poi…son fatte benissimo! si vede che c’hai messo tanto cuore per farla 🙂
    la frolla di Montersino non l’ho mai provata a dire il vero perchè ogni volta che penso a fare una crostata non ho a casa gran quantitativi di zucchero a velo…ma voglio provarla..sono curiosa!!!! 🙂 ciao Claudia!

  2. says

    a ma sei di ravenna pure tu… allora siamo a braccetto!! avevo letto di tutti i tuoi spostamenti ma su quale fosse la tua sistemazione finale ero un po indecisa.. comunque bella l’idea delle mandorle pralinate.. al limone, un tocco di originalità in una buona crostata.. un bacio

  3. says

    Capisco l’aria che circonda….
    è un pò tardi per mangiare ancora ma la cena era leggera e prima di andare a nanna mi concederei molto volentieri una bella fetta di questa crostata!

  4. says

    E’ meravigliosa.
    Non sei la prima che dice che la frolla di Montersino è speciale…voglio proprio provarla anche io!
    Buonissima serata

  5. says

    già nel titolo mi ero persa nel pensiero del gusto di questa torta stupenda.. poi le foto: ok, ho decisamente l’acquolina ora! baci

  6. says

    Che meraviglia questa crostata! con quel tocco in più delle mandorle pralinate al limone deve avere un gusto fantastico! bacioni!! ps dove sei in Emilia Romagna? io sono di Bologna…ma in estate sono rigorosamente in Salento!!! bacioni!

  7. says

    Nonostante tutto ad una fetta di crostata non potrei mai resistere, è uno tra i miei dolci preferiti e questa è meravigliosamente riuscita! Bacio

  8. says

    E’ una crostata tutta da assaporare ad iniziare dalla frolla, che non ho ancora provato, per finire con le mandorle che penso diano un tocco croccante e particolare. Per la marmellata devo consumare la mia, mia madre ogni anno me ne prepara un quantità industriale! Anche esteticamente ti è venuta perfetta.
    Ti abbraccio forte!

  9. says

    deliziosa!!! e poi Montersino è una garanzia.. mi hai fatto venire una voglia di crostata…ora sto guardando male il mio spuntino di sola frutta.. :O(

  10. says

    Adoro la tradizionale crostata alla marmellata, e l’idea delle scaglie di mandorla pralinate al limone è molto originale: aggiungono “freschezza” al gusto della classica pasta frolla. Complimenti e buona giornata!

Commenta anche tu

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.