Liquore Nocino

IMG 3084 Liquore Nocino
Il liquore Nocino è uno dei liquori più golosi che esistano!
Roberto, il papà del mio Amore, dice che si debba preparare categoricamente il 24 giugno,
giorno di San Giovanni, unico giorno in cui si può avere la perfetta raccolta delle noci.
E di fronte a queste tradizioni non si scappa!
Infatti, dopo la raccolta, si è fatto tutti insieme il Nocino più buono del mondo!
Il mio caro Roberto ha avuto ragione anche stavolta e la nonna Nora, sua cara mamma, da lassù,
sarà contenta che renderò omaggio alla sua ricetta.

 

Ingredienti: 


  • 1 l d’alcool
  • 800 g di zucchero
  • 400 g d’acqua
  • 33 noci 
  • 1/2 limone
  • 1 stecca di cannella
  • 6 chiodi di garofano
Preparazione:
prima regola da ricordare: le noci devono sempre essere dispari, rigorosamente biologiche e prive di trattamenti!
Le noci vanno tagliate in 4 parti (mettete dei guanti, altrimenti vi tingerete le mani di verde) e riposte in un contenitore di vetro alto (Roberto dice “in un bottiglione di vetro”).
Unite ad esse lo zucchero e lasciatele per 2 giorni a riposare.
Trascorso il periodo di riposo versate nel contenitore l’alcool, l’acqua, la cannella, i chiodi di garofano ed il mezzo limone tagliato a pezzetti .
Mescolate, chiudete con il coperchio e fate riposare nel posto più esposto al sole per almeno 40 giorni (rimescolando di tanto in tanto il vasetto).
Dopo i 40 giorni, potrete filtrare il vostro Nocino, versare in bottiglie più piccole e riporre in dispensa. 
Per apprezzare a pieno le sue qualità, è bene gustare il Nocino almeno 6 mesi dopo l’averlo filtrato.
IMG 3085 Liquore Nocino
share small Liquore Nocino

Comments

  1. says

    Queste ricette sono da tramandare, un patrimonio prezioso. Hai fatto benissimo a rendere omaggio a questo liquore super goloso con una bella ricetta di famiglia. Copio e archivio gelosamente…
    complimenti,
    simona

  2. says

    Mi viene da piangere da 5 anni a questa parte in quel week end eravamo sempre dai nostri amici a Cavezzo a farlo…li è sacro e poi eravamo in 40 persone a fare litri su litri…bellissimo week end..ma quest’anno per ragioni che sanno tutti non si è fatto! bellissimo tuo suocero ha ragione, il nocino è sacro! buonissimo,noi lo filtriamo a natale!buona serata

  3. says

    ma m’intriga taaanto! lo sai che non l’ho mai assaggiato? ma penso che queste cose fatte in casa siano di gran lunga migliori ;-) dovrò aspettare un anno per farlo? uffi!! grazie per la ricetta :-D

  4. says

    non bevo liquori ma mi interessa lo stesso leggere le ricette per realizzarli, se poi sono ricette di famiglia bisogna continuare a mantenere la tradizione :-)

  5. says

    Io mi sono innamorata della bottiglia, ammetto che quando mi capita di fare quelche liquore lo faccio solo per poterli regalare, e avere la scusa per comprare bottigliette carine!

  6. says

    Di sicuro sarà fiero di te il tuo (futuro suocero?);)
    Dei bravissima e non solo hai rispettato la tradizione ma qui c’è anche qualcosa di innovativo tipo la bottiglia e il
    Modo di fotografare. Mi piace!

  7. Anonymous says

    La data del 24 giugno e’ una leggenda petropolitana.ho adoperato noci raccolte a settembre ,il nocino e’ stato altrettanto buono.la mia ricetta e’ diversa, metto in infusione le noci con cannella,chiodi di garofano,una scorzetta di limone, altri aggoungono della liquirizia, e lascio il contenitore esposto al sole per 40 gg. Filtro il tutto, quindi aggiungo lo zucchero sciolto nell,acqua calda. Imbottiglio e conservo al buio. A natale ho aperto una bottiglia del 1995. Il nocillo e’ stato molto apprezzato a tavola.p.s. Dopo il filtraggio metto le noci in un recipiente con mezzo litro di acqua , che adopero per fare il caffe’.il gusto del caffe’ e’ particolare.

  8. Anonymous says

    io nn l’ho mai assaggiato ma mi propongo di farlo seguendo la ricetta iniziale, mia figlia dice ke il papa’del suo ex ragazzo lo faceva eccezzionale! ma adesso lo faro’ anke io e poi vi diro’ come mi e venuto,grazie x la ricetta.

Commenta anche tu