Le vere Olive Ascolane

Share Button
Le vere Olive Ascolane
Tra gli antipasti finger food che amo di più in assoluto vi sono i fritti di qualità, di cui l’Italia è grande realizzatrice!!!
Nei primi posti campeggiano le Olive Ascolane, olive ripiene, impanate e fritte, originarie di Ascoli Piceno, nelle Marche.
Le originali non sono affatto quelle che si trovano surgelate nei supermercati, bensì quelle fatte in casa, con pazienza e dedizione e con i veri ingredienti tipici.
Vi scrivo la vera ricetta delle Olive Ascolane, tramandata dalla nonna di un mio caro amico: sono una vera delizia per il palato!!!


Ingredienti:

  • olive ascolane D.O.P.
  • 300 g di manzo
  • 100 g di maiale
  • 50 g di pollo
  • 50 g di tacchino
  • 1 cipolla
  • 1 gambo di sedano
  • 1 carota
  • rosmarino
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • sale
  • olio d’oliva 
  • burro
  • noce moscata
  • 2 tuorli
  • 200 g di parmigiano reggiano
  • 2 albumi
  • pangrattato
  • farina
  • olio di semi per friggere
Le vere Olive Ascolane


Preparazione:

Tagliate la carne mista in cubetti che cucinerete in un soffritto di sedano, carota e cipolla tritati, rosmarino, olio, burro e rosmarino. Quando la carne sarà rosolata, sfumate con vino bianco e aggiustate di sale.
Macinate la carne, quando sarà cotta, e condite con parmigiano reggiano, noce moscata, 2 tuorli. Mescolate fino a comporre un impasto omogeneo e fatelo riposare.
Denocciolate a spirale ogni oliva con un coltello, mantenendovi vicino al nocciolo, facendo attenzione a non romperla, farcitela con il composto precedentemente realizzato e passatela prima nella farina, poi nell’albume sbattuto (importante per non far staccare la panatura dall’oliva) ed infine nel pangrattato, avendo cura di stringerla per bene.

Friggetele tutte in abbondante olio caldo, ponetele su carta assorbente e servitele subito.

Le vere Olive Ascolane
Share Button

Comments

  1. says

    E’ la seconda volta recentemente che penso che dovrei imparare a fare queste deliziose olive in casa. Per pura pigrizia e per una gran gola ogni tanto le prendo in gastronomina, ma farle in casa con i proprio ingredienti e fritte come più piace a noi deve essere la cosa migliore. Prima o poi ci proverò!
    ciaoooo

  2. says

    Che buone le olive all’ascolana…le adoro! Però non ho mai provato a farle in casa per paura che venissero da schifo…però adesso che ho la tua ricetta quasi quasi… 🙂

  3. says

    Anch’io ho la ricetta di famiglia… mamma marchigiana 😉 prima o poi le farò per pubblicarle sul blog, converrai con me che dietro c’è tanto lavoro ma sono così buone! Bravissima!!!

  4. says

    Bellissima ricetta, ma come al solito non è il caso di dire che è “la” vera: ogni famiglia ha la sua, come per tutte le altre ricette tradizionali.

  5. says

    Ciao!! Wow, le olive ascolane sono il mio fritto preferito..sono perfette le tue!!Unica cosa è che sono marchigiana, attenta, potrei offendermi se mi dici che sono dell’Abruzzo! 😉

  6. says

    amo le olive ascolane e i fritti che sono riabilitati dalla fama di peste bubbonica, servono per riattivare il metabolismo quindi una volta al mese io volentieri mi adeguo al precetto medico; il prossimo aggiungo queste. baci tesorina

  7. says

    Uuuu che cosa mi fai, le olive ascolane! Io sono nata proprio ad Ascoli Piceno (Marche!!) e mia nonna mi ha insegnato a prepararle, le amo alla follia!!! ^_^ Il problema è che poi, quando vado al ristorante, non riesco a mangiarle perché sono tutta un’altra cosa!

  8. says

    Una ricetta preziosa da conservare, mi ha sempre intrigato provar le vere olive ascolane , ed ora eccole qui! Grazie e comllimenti!

  9. says

    Salvata e messa al sicuro sul mio pc. Devo assolutamente provarle! Le adoro!!! P.S. Direi che più perfette non potevi farle, hai usato il calibro? hihihi 🙂

  10. says

    Buoooooone! E’ una vita che non le mangio!
    Io non metto gli odori nella carne, la prossima volta provo, certamente è più saporita.
    A presto!

  11. says

    Che buone! Ho sempre adorato le olive ascolane,e mi rifiuto di comprarle surgelate,quindi le sperimenterò 😉
    Non so se conosci già il mio blog,l’ho aperto da poco,e sto cercando di farlo conoscere in giro..passa se ti va !
    alla prossima ricetta
    Lavinia 🙂

Commenta anche tu